Seleziona una pagina

Indennità di assistenza

Indennità perdita di guadagno per assistere un figlio con gravi problemi di salute

$

Informazioni base

$

Diritto

$

Importo e durata

$

Richiesta

$

Ulteriori informazioni

Informazioni base

Grazie all’indennità di assistenza, i genitori di un figlio con gravi problemi di salute, in seguito a una malattia o a un infortunio, hanno la possibilità di beneficiare di un congedo di assistenza pagato di 14 settimane. Lo scopo è il miglioramento della conciliabilità tra attività lucrativa e assistenza.

L’indennità di assistenza è finanziata mediante le indennità di perdita di guadagno (IPG) e può essere ripartita tra i genitori.

Indicazione: l’indennità di assistenza, insieme alle indennità di maternità e paternità, formano le indennità per i genitori

Diritto

I genitori di un figlio minorenne con gravi problemi di salute, hanno in linea di principio diritto all’indennità di assistenza rispettivamente al relativo congedo di assistenza. Il congedo può essere ripartito tra i genitori. Per le condizioni dettagliate relative all’indennità di assistenza consultate l’opuscolo informativo.

Importo e durata

L’indennità di assistenza ammonta all’ 80 per cento del reddito medio soggetto ai contributi AVS che la madre o il padre ha guadagnato immediatamente prima della fruizione dei giorni di congedo. Per il calcolo si distingue tra reddito regolare e irregolare. In principio, il calcolo dell’indennità:

  • in caso di reddito regolare, si basa sull’ultimo stipendio mensile prima del congedo di assistenza;
  • in caso di reddito irregolare, si basa sul salario medio mensile degli ultimi 12 mesi prima del congedo di assistenza.

Per ulteriori informazioni riguardanti l’importo e il calcolo dell’indennità consultate l’opuscolo informativo 6.10 “Indennità di assistenza”.

Il diritto all’indennità di assistenza inizia il giorno in cui il genitore in questione interrompe l’attività lucrativa per assistere il figlio con gravi problemi di salute e si estingue dopo che sono state riscosse le 98 indennità giornaliere (tutte ad un pezzo o giornaliere), ma al più tardi dopo la fine del termine quado di 18 mesi.

Richiesta

La richiesta per l’indennità di assistenza avviene tramite il modulo di richiesta, il quale deve essere inviato direttamente alla rispettiva cassa di compensazione, per i lavoratori dipendenti tramite il datore di lavoro o per i lavoratori indipendenti, i disoccupati o le persone inabili al lavoro. Al momento della richiesta, bisogna indicare se il congedo sarà condiviso tra i genitori o no.

Ulteriori informazioni

In caso di ulteriori domande sull’indennità di assistenza, siamo a disposizione anche tramite il modulo di contatto o per telefono.